Viaggiare e blog è un lavoro!

Dopo l'ultimo post sul fatto che Daria andò in Cina, ma mi vedi andare a Sochi, Ho ricevuto un paio di commenti che, presumibilmente, che fico mi sto divertendo. E poi mi sono reso conto che lungo la strada alcune persone che viaggiano sui blog sono considerate una sorta di intrattenimento, come se fossi seduto tutto il giorno vicino alla palma e venissi sgocciolato dal cielo per un paio di messaggi al mese. E questo è probabilmente ciò che la gente dall'esterno (che non sa nulla del business di Internet) e i blogger principianti possono pensare così, lui stesso era all'inizio.

In qualche modo ho già sollevato questa domanda (tipica giornata di blogger), ma si trattava solo di blog. Apparentemente ci sono meno cavilli ai blog regolari, perché non ci sono viaggi (che sono così stuzzicanti). Pensi che il blog di viaggio sia una vacanza o un duro lavoro? 🙂

Il contenuto dell'articolo

Bloggare è un lavoro.

Sicuramente qualcuno che ha bloggato per molto tempo o è impegnato nei loro siti sa che tutta questa attività è simile al solito lavoro, quando ti siedi al computer per giorni, scrivi gruppi di articoli, assegni compiti ai liberi professionisti, analizza varie statistiche, guarda le buste dei programmi di affiliazione, admin e così via. In effetti, in qualsiasi azienda con un ufficio che ha il proprio sito Web, esiste una persona separata o anche un dipartimento (marketing + sviluppo web) che fa lo stesso. L'unica differenza tra un dipartimento del genere e blogger / webmaster è che il blogger / webmaster non va in ufficio e lo scopo del suo lavoro è più semplice. Anche se i migliori blogger probabilmente hanno anche un dipartimento simile e persone con stipendi.

Nonostante la possibile immagine fuori dalla finestra, devi anche sederti per ore al computer

Nonostante la possibile immagine fuori dalla finestra, devi anche sederti per ore al computer

Dopo diversi anni in questa zona, dalle mie vedute romantiche del primo anno non è rimasto abbastanza. La maggior parte del lavoro è di routine, possono esserci ancora meno giorni liberi e tempo libero, perché non ti limiti (sì, e di solito tutto inizia da zero), i guadagni non sono stabili come gli stipendi. Inoltre, lavorare a casa con un bambino (o senza) è spesso difficile e alla fine è ancora necessario affittare un ufficio. Ho scritto di questo in i pro e i contro di freelance. Apparentemente, quindi, molti blog vengono spazzati via e non vanno alle presenze, perché devi lavorare e guadagnare denaro. Come mi dice il mio amico, ci sono affari, ma c'è lavoro autonomo, e il tuo compito è quello di venire l'uno dall'altro, e va tenuto presente che l'azienda opera secondo determinate leggi.

Quindi okay, non ne sto parlando. Solo nell'ultimo anno, mi sono reso conto che devi avere un fine settimana, perché prima non li avevo. Ti siedi per 10-15 ore al giorno e lavori per qualcosa lì. Sfortunatamente, solo i primi anni, quando ci fu entusiasmo ed entusiasmo, si rivelarono efficaci, ma per molto tempo in questa modalità fu difficile. Quindi, state tranquilli, il blog non è facile se guadagna soldi, e non ci sono omaggi nemmeno lì, non cercatelo nemmeno. Sì, se tutto è fatto correttamente, non devi arare 24 ore su 24, ma dal lavoro in ufficio in termini di ore e azioni, non è molto diverso, ci sarà circa lo stesso, solo il formato del lavoro è diverso. Bene, devi capire che è diretto fare affari e persino passivo, in modo da poter lavorare solo ogni giorno, non a tutti viene dato ciò che è su Internet, ciò che è reale.

Viaggiare può essere un lavoro

Passiamo al prossimo punto più controverso, per viaggiare. Mi sembra che molte persone vivano secondo lo stereotipo che viaggiare è solo divertimento e relax. Tuttavia, qualsiasi viaggio può essere un viaggio d'affari. Quando un impiegato si reca in un'altra città / paese, per qualche motivo, non sorgono domande. Ma se sei un blogger di viaggi, allora ti rilassi tutto il tempo 🙂 Sì, puoi andare a fare i tuoi affari e poi rilassarti in questo altro paese, ma gli impiegati non hanno giorni liberi?

Viaggiare è un lavoro! Foto di Katya Kuchina.

Viaggiare è un lavoro! Foto di Katya Kuchina.

Dalla mia esperienza, ho capito da tempo che un viaggio al lavoro e un viaggio così, sono molto diversi l'uno dall'altro. In uno ti rilassi, nell'altro lavori. Viaggiare, di regola, accade di due tipi: conduci un gruppo di persone, fungendo da guida o raccogli informazioni per il tuo sito (la mia versione). Bene, sto parlando di lavoro legato ai viaggi, perché qualsiasi altro libero professionista non è così legato ai viaggi.

In tutti i viaggi, faccio foto, ricerca, controllo qualcosa su di me, in generale, raccolgo informazioni per i miei articoli. Sembrerebbe che tu rimanga a casa, assumi una persona per scriverti tutto, ma questo è un grosso problema: la qualità delle informazioni fornite da una terza parte che non puoi nemmeno verificare. Devo ammetterlo, una volta ho provato ad acquistare articoli che descrivevano luoghi in cui non ero stato affatto, quindi c'erano così tanti errori che si è scoperto che ho abbandonato questa idea. C'è un secondo punto: la redditività, l'acquisto di informazioni di viaggio di qualità non si giustifica nella maggior parte dei casi. Quindi questo formato è più adatto a me personalmente - vado da qualche parte, più o meno approfondendo un paese / città, scrivo molto da solo e posso acquistare alcuni contenuti se necessario. Ecco un lavoro come un blogger di viaggio. Provalo in qualche modo e capirai che i viaggi di lavoro non sono affatto come tutto compreso in Turchia.

È vero, ancora una volta, devi mantenere un equilibrio, perché se viaggi solo, non ci sarà tempo per scrivere e mantenere i siti. Di norma, viaggiare in questo caso occupa solo una piccola parte della vita. Mi succede, mi ricordo, sono andato in Tailandia per 2 mesi, e poi un anno ne ho scritto e non ero da nessuna parte. Quindi ora esco da qualche parte un paio di volte all'anno in totale. Lo svernamento è conveniente a questo proposito: vivi per sei mesi in un posto e non hai nemmeno bisogno di viaggiare, perché sarà sufficiente per descrivere la vita (negozi, servizi, ricerche di alloggi, ecc.).

E a proposito, in qualche modo ho pubblicato un post sul fatto che già 3 anni senza lavoro e senza riposo vivo, quasi un formato di lavoro simile. Quindi, dopo tutto, a volte devi andare da qualche parte in quel modo, senza una macchina fotografica e senza un compito, per descrivere tutto all'arrivo, beh, a meno che, ovviamente, non sia necessario un viaggio non lavorativo. È vero, non ho ancora iniziato a farlo, un giorno potrò raggiungere il massimo in periferia ... Anche se il viaggio del passato aveva intenzione di essere solo una vacanza, ma è diventato funzionante (riposa sull'Oka), non ha potuto resistere, forse questa è una malattia professionale tale.

Scelta di tutti

Non pensare che sto cercando di giustificare la complessità di questo tipo di lavoro. No, la complessità è un concetto relativo, per qualcuno là fuori e in ufficio in AutoCAD è stato difficile disegnare reti ingegneristiche (intendo solo me stesso :)). Ogni persona ha il diritto di scegliere per sé il lavoro più adatto alle proprie capacità e carattere, non esistono soluzioni universali. Non escludo la possibilità che un giorno il blog di viaggio mi dia fastidio e farò qualcos'altro.

Solo tutto dovrà essere controllato in prima persona ciò che è adatto e ciò che non lo è. Dopotutto, le foto dei blogger di viaggio sono davvero molto belle, solo la vita celeste, come se una persona non lavorasse affatto. Ma in realtà, queste foto (sono seduto lì con un bicchiere di succo sull'oceano) possono condividere giorni di lavoro di cui non si è davvero scritti e che alcune persone potrebbero non apprezzare affatto. Qui, tuttavia, alcuni giudicano altre persone, il loro lavoro, lo stile di vita da alcuni momenti strappati che riflettono solo una piccola parte della vita di una persona.

Mi ricorda un iceberg, quando solo la cima è visibile e tutto il resto è sott'acqua e non è visibile alla vista. Per esempio, downshifting, che non pensano a lui, ma in realtà può significare modi di vivere completamente opposti. Quindi, in seguito, le persone si sentono frustrate quando si provano come blogger, viaggiatore o lo stesso downshifter. Qualsiasi termine può essere scritto in questo elenco e non si giustifica se le aspettative della persona erano troppo alte, o ha acquistato solo per momenti positivi. Come hanno detto in un film, la felicità non dura per anni, dura minuti, ma vale la pena vivere per il gusto di questi minuti. Quindi, se ci sono delle chicche (denaro, formato di lavoro, clima, sole, frutta, natura) «sta facendo» la tua giornata, allora ne vale la pena. Ma devi controllare tutto sulla tua pelle.

Post scriptum Resta in salute e lavora nel tuo lavoro preferito!

logo

Leave a reply